Il centro culturale ‘Venturini’ propone su Fb laboratori, letture e curiosità - Sito Ufficiale del Comune di Massa Lombarda

Vai ai contenuti principali
 
Sei in: Home - Città e territorio - Eventi e Manife... - Calendario eventi - Il centro culturale ‘Venturini’ propone su Fb laboratori, letture e curiosità  

Il centro culturale ‘Venturini’ propone su Fb laboratori, letture e curiosità

90046515_2873517089363280_2673420363538366464_n

Il centro culturale “Carlo Venturini” di Massa Lombarda ha ideato  un nuovo “contenitore creativo” per raggiungere tutti i cittadini e far loro compagnia in queste giornate a casa. Si tratta di uno spazio virtuale su Facebook , per strappare un sorriso e alleggerire, per quanto possibile, questi giorni pieni di dubbi e preoccupazioni.

Sulla pagina Facebook “Centro Culturale Venturini”   adulti e bambini possono trovare ogni giorno  contenuti originali, laboratori, video letture e filastrocche. Questo inedito spazio è nato dalla fantasia delle bibliotecarie massesi, con l’aiuto di mamme, insegnanti e tanti altri volontari  che sentono il desiderio di contribuire a diffondere attraverso laboratori creativi, letture di favole e filastrocche un messaggio di coraggio e di forza.

Tutte le iniziative pubblicate sono rese possibili  dalla collaborazione di volontari, insegnanti, artisti locali e alcuni grandi editori di letteratura per ragazzi, che hanno accettato con entusiasmo di concedere l’autorizzazione a realizzare le video-letture dei propri libri. Si ringraziano in particolare Minibombo, Fatatrac, Camelozampa, Topipittori, Babalibri ed Editrice Il Castoro.

www.facebook.com/centroculturaleventurini

Lucrezia legge una storia in biblioteca

Lucrezia legge una storia in biblioteca

Come è nata l’idea di questo contenitore creativo su Facebook?

Carolina Ghiselli  Questa emergenza ci ha cambiato sotto diversi aspetti. Abbiamo dovuto ripensare alla nostra vita quotidiana, prima fatta di corse e frenesia. Ora che le nostre abitudini sono cambiate forzatamente stiamo riscoprendo modi e tempi di relazione diversi, a volte inimmaginabili. Sono cambiamenti che coinvolgono anche e soprattutto i bambini, che si ritrovano a casa da scuola da settimane e senza la possibilità di vedere i propri amici. Abbiamo allora accettato con grande entusiasmo la proposta del centro culturale “Carlo Venturini” che ha pensato e ideato un contenitore creativo per arrivare direttamente nelle case di tutti i cittadini. Questa iniziativa per noi deve essere come un contenitore delle "cose buone" che, così come la scatola dei biscotti fatti dalla mamma, rivela al suo interno profumi, sensazioni ed emozioni tipici dei dolci fatti in casa. Il contenitore è uno spazio virtuale rivolto a tutti. Un luogo dove abbracciare tutte e tutti indistintamente, per sentirci meno soli, vicini seppur lontani, diffondendo messaggi positivi in questo momento di forte angoscia.

Renato Mancini

Renato Mancini

Chi ha collaborato per la riuscita di questa iniziativa?

Elisa Fiori  È uno spazio nato dalla creatività e dalla fantasia delle nostre bibliotecarie Betta, Susanna e Lucrezia con l'aiuto di cittadine e cittadini che sentono forte il desiderio di contribuire a diffondere attraverso laboratori, letture di favole e canzoni un messaggio di coraggio e forza. In questo spazio ospitiamo i laboratori di Michela e dell’artista Renato Mancini, le letture di favole e storie di Linda, Mila, Alessandra, Claudia, Mariangela e tanti altri. Tutti stanno collaborando con grande entusiasmo con il centro culturale Venturini per trasmettere quell'idea di serenità di cui ora c'è tanto bisogno. Un piccolo ma grande gesto gentile e spontaneo, per strappare un sorriso e alleggerire, per quanto possibile, questi giorni pieni di dubbi e preoccupazioni.

Tra le “puntate” di questo contenitore c’è anche la storia di “Coronavirussino” in cui siete state coinvolte in prima persona, nei panni di lettrici e illustratrici. Che esperienza è stata per voi? Continuerete a farlo nei prossimi giorni?

Carolina Ghiselli  L’Amministrazione comunale è sempre al fianco delle famiglie massesi e comprendiamo le difficoltà che stanno attraversando in questi giorni. Spiegare ai più piccoli perché di punto in bianco sono costretti a stare in casa senza poter vedere i maestri e gli amici di sempre non è facile e abbiamo pensato di aiutare le famiglie mettendoci la faccia o, come nel caso di Elisa Fiori, le mani. È nata così la storia di “Coronavirussino”, che speriamo abbia aiutato tante famiglie ad affrontare questo argomento e spiegare ai bambini questa emergenza nazionale.

Elisa Fiori  Sono da sempre convinta che l’arte possa unire e spiegare le emozioni laddove le parole non arrivano. In questo caso abbiamo voluto unire il racconto di Carolina con i miei disegni. Speriamo che sia arrivata a tutti una favola piena di speranza. Abbiamo in programma tante altre iniziative per non far mancar a nessuno il nostro virtuale abbraccio.

Per far fronte a una chiusura delle scuole così prolungata come vi state organizzando? Si stanno effettuando didattiche a distanza?

Carolina Ghiselli  Le attività di tutte le scuole non si sono mai fermate, anche se a distanza. Possiamo testimoniare un’enorme passione da parte di tutti gli educatori e insegnanti, che fin dalla prima settimana di chiusura hanno continuato a far sentire il loro sostegno agli alunni, pur consci delle oggettive difficoltà che la didattica a distanza comporta. Possiamo segnalare sicuramente le iniziative, ideate da Cristiana Santinelli ed Ernesto Sarracino del Coordinamento Pedagogico dell’Unione dei Comuni. Attraverso Radiolina Sonora e il contenitore Oplà, le educatrici dei nidi e delle scuole dell’infanzia dell’Unione sono quotidianamente in contatto con i più piccoli attraverso letture di storie da ascolatre e ri ascoltare.

Per quanto riguarda la didattica a distanza ci preme segnalare il costante e continuo contatto con l’Istituto comprensivo “Francesco D’Este” e, in particolare, con la Dirigente Prof.ssa Giovanna Castaldi. Per essere sempre e continuamente vicino agli alunni ed alle alunne delle scuole tutti i docenti stanno creando contenuti video, letture e proposte didattiche per accompagnare gli studenti, grandi o piccoli che siano. Possiamo segnalare sicuramente le iniziative, ideate da Cristiana Santinelli ed Ernesto Sarracino del Coordinamento Pedagogico dell’Unione dei Comuni. Attraverso Radiolina Sonora e il contenitore Oplà, le educatrici dei nidi e delle scuole dell’infanzia dell’Unione sono quotidianamente in contatto con i più piccoli attraverso letture di storie da ascolatre e ri ascoltare.

Mi piace pensare alla scuola come a un’istituzione che non smette di essere presente anche quando le porte degli istituti sono chiuse. Il modo per arrivare ai ragazzi c’è sempre, anche a chilometri di distanza.

75264905_101085934674654_855888322399043584_o

Massa Lombarda ha da poco inserito in giunta anche la delega alla Gentilezza. La Rete Nazionale degli Assessori alla Gentilezza ha in programma iniziative o progetti per essere vicino alle persone più fragili in questo periodo?

Elisa Fiori  Nei momenti di difficoltà un gesto gentile può davvero fare la differenza. La gentilezza racchiude in se un’infinità di sfaccettature tutte con lo stesso obiettivo la cura di chi ci sta intorno : Chiedere a una persona come sta, se le servono generi alimentari o qualche farmaco sono comportamenti che dovrebbero essere all’ordine del giorno, anche non in situazioni di emergenza.

Fin dalla mia nomina di assessore alla Gentilezza abbiamo coinvolto le tante associazioni massesi di volontariato per rendere ancora più forte la rete di solidarietà e cittadinanza attiva che raccoglie da sempre tutta la comunità di Massa Lombarda, e che in questo preciso momento diventa fondamentale e indispensabile.

Tutti noi assessori alla Gentilezza siamo in constante contatto, in questo periodo buio quello che più vorremmo trasmettere è un messaggio di speranza e positività, per questo stanno partendo iniziative come “La ricetta della Felicità” in cui ognuno di noi assessori “gentili” rappresenta un ingrediente che riteniamo importante per il raggiungimento della Felicità.

Un piccolo gesto per portare il sorriso alle nostre comunità.

 
 
 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse