“IL BIG BANG DELLA FRUTTICOLTURA: LA STORIA, IL FUTURO” IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULLA FRUTTA - Sito Ufficiale del Comune di Massa Lombarda

Skip to main content
 
Percorso: Home - Comune - Comunicazione e... - Rassegna Stampa - Comunicati stam... - Anno 2021 - “IL BIG BANG DELLA FRUTTICOLTURA: LA STORIA, IL FUTURO” IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULLA FRUTTA  

“IL BIG BANG DELLA FRUTTICOLTURA: LA STORIA, IL FUTURO” IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SULLA FRUTTA

Da Adolfo Bonvicini all’attuale status di fama internazionale di Massa Lombarda in campo ortofrutticolo

Con un programma di rilievo internazionale l’Amministrazione massese celebra una storia importante per tutta la provincia ravennate e pone lo sguardo verso il futuro

L’evento è organizzato dal Dipartimento di Scienze Agrarie di Milano

 

Sabato 18 settembre 2021 alle 9.30 a Massa Lombarda, nella Sala del Carmine di Via Rustici 16 si terrà il convegno dal titolo “Il Big Bang della Frutticoltura: la Storia, il Futuro ”, organizzato dal Dipartimento di Scienze Agrarie Ambientali dell’Università degli Studi di Milano, in occasione dell’Anno internazionale della frutta e della verdura (FAO).

241847619_2890063341307713_1122098803350754559_n

La storia dell'industria ortofrutticola di Massa Lombarda concerne la nascita e lo sviluppo di un settore che ha avuto nel paese ravennate la sua culla, grazie ad abili imprenditori locali che con geniali innovazioni scoprirono e svilupparono nuovi metodi di coltivazione. Nacquero così aziende che conquistarono i mercati italiani ed esteri, facendo sviluppare il settore in più direzioni, dalla coltivazione, all’industria, all’attività commerciale.

Abili imprenditori locali, grazie a geniali innovazioni, scoprirono nuove varietà e svilupparono nuovi metodi di coltivazione. Nacquero aziende che conquistarono i mercati italiani ed esteri. Il settore si sviluppò in più direzioni: dalla coltivazione all’industria all’attività commerciale. Il merito dello sviluppo della frutticoltura industriale massese va in larga parte ad Adolfo Bonvicini , primo in Italia ad introdurre l’impresa ortofrutticola, che fece conoscere il marchio “Frutta di Massa Lombarda” in tutta Europa nei primi anni del ‘900.

Il programma della giornata prenderà il via alle 9.30 con un intervento del sindaco di Massa Lombarda Daniele Bassi, seguito da Silviero Sansavini, moderatore dell’Università degli Studi di Bologna. Verso le 9.40 Angelo Benedetti di UNITEC Lugo introdurrà “Dalla mano alla macchina, un balzo di cent’anni…” dove spiegherà la storia della tecnologia nell’ambito della coltivazione della frutta.

Alle 10 sarà il turno di Alessandra Lavagnino dell’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, che tratterà del ruolo che ha assunto il pesco all’interno della cultura cinese. Successivamente alle 10.20 Daniele Bassi dell’Università degli Studi di Milano tratterà della biodiversità del pesco e del mistero che si cela tutt’ora dietro ad esso, mentre alle 10.40 Aldo Bertazzoli e Stefano Corsi, provenienti rispettivamente dai poli di Bologna e Milano, esporranno il concetto di frutticoltura industriale come sistema economico, con un’analisi del passato e strategie per il futuro, ai cui si aggancerà anche Maurizio Gardini, Presidente di Conserve Italia.

241638124_2890063334641047_5099400307160162765_n

Alle 11 Luca Corelli Grappadelli , proveniente dall’Università di Bologna introdurrà “La modernità del big bang a Massa Lombarda”. Spostandosi sul tema della salute e del benessere, alle 11.20 Alberto Battezzati dell’Università di Milano tratterà degli aspetti salutistici e nutrizionali della frutta, per poi essere seguito sulle 11.40 nuovamente dall’esposizione di Daniele Bassi e Luca Corelli Grappadelli, che presenteranno un nuovo strumento di valorizzazione di sistemi produttivi complessi.

A seguire alle 11.50 interverrà Manuela Rontini , Consigliera Regionale Emilia Romagna e dopo di lei Mattia Ridolfi, Gianni Ceredi, Ugo Palara, Daniele Bassi , Angelo Benedetti , Alberto Battezzati e Luca Grappadelli  discuteranno dell’“Innovazione per uscire dalla crisi della peschicoltura romagnola”.
Concluderà alle 12:45 Silviero Sansavini  dell’Università di Bologna.

Alle 13.30 sarà allestito un buffet campagnolo presso l’azienda Brusca, situata in Via Emilia Levante 18, a Imola e successivamente, alle 14.30 è organizzata una visita alla collezione di riferimento pesco, a cura di Stefano Foschi, CRPV.

La partecipazione all’evento è gratuita, ma per motivi organizzativi e richiesta l’iscrizione al sito http://istonehub.org/ . Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi a Raffaella Quadretti, alla mail r.quadretti@gmail.com .
Come previsto dal Decreto Legge n. 105 del 23.07.2021 è obbligatorio il possesso del Green Pass o di esito di un tampone negativo effettuato entro 48 dalla data dell'evento o di certificazione di esonero, da esibirsi all'ingresso.

 

L’evento è organizzato dal Dipartimento di Scienze Agrarie di Milano , gode del patrocinio del Comune di Massa Lombarda e del Comune di Cesena,  ed ha il sostegno e il contributo di Regione Emilia Romagna, Università di Bologna , associazione Amici del Museo del Pesco, Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Accademia Nazionale di Agricoltura, Istituto Confucio Università degli Studi di Milano, Centro Ricerche Produttive Vegetali, Rotary Club Lugo, La BCC Ravennate Forlivese e Imolese, Valfrutta, Yoga, Conase, Fruttagel, Unitec Lugo e #Plastic-freER.

UFFICIO STAMPA

Comune di Massa Lombarda

 

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse