RES-Reddito di solidarietà regionale - Sito Ufficiale del Comune di Massa Lombarda

Vai ai contenuti principali
 
Percorso: Home - Comune - Notizie - RES-Reddito di solidarietà regionale  

RES-Reddito di solidarietà regionale

banner-RES-sito

RES-Reddito di solidarietà regionale

Reddito di solidarietà, tutto ciò che c'è da sapere sul Res: funzionamento, requisiti d'accesso, come fare per ottenerlo

DESCRIZIONE

Il RES (Reddito di Solidarietà) consiste in un sostegno economico, erogato nell’ambito di un progetto di attivazione sociale e di inserimento lavorativo concordato, finalizzato a superare le condizioni di difficoltà del richiedente e del relativo nucleo familiare.
Il RES è stato introdotto dalla Legge Regionale n. 24 del 19 dicembre 2016 “Misure di contrasto alla povertà e sostegno al reddito” e si integra con le misure di contrasto alla povertà attive a livello nazionale, in particolare con il SIA (Sostegno per l’inclusione Attiva).

BENEFICIARI

Tutti i nuclei familiari (anche unipersonali), in cui almeno il o un componente presenti i seguenti requisiti:

- Residenza continuativa in Italia, ovvero in Emilia-Romagna, da almeno 2 anni;

Cittadinanza Italiana (o d’altro Stato appartenente all’Unione Europea);

- Cittadinanza di Paese non appartenente all’Unione Europea in possesso di regolare permesso di soggiorno.

REQUISITI ECONOMICI  DI ACCESSO

valore attestazione I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) ordinario o corrente o specifico per minorenni   (in caso di presenza di un minorenne nel nucleo),   calcolati ai sensi del DPCM n. 159/2013 così come modificato dall'art. 2 sexies del DL n. 42/2016, poi convertito con modificazioni dalla Legge n. 89/2016, ed in corso di validità, non superiore ad   € 3  .000;

- nel caso di godimento da parte dei componenti il nucleo familiare di trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria, assistenziale concessi, a qualunque titolo, dallo Stato o da altre amministrazioni pubbliche, il valore complessivo totale di tali trattamenti mensili deve essere inferiore ad € 600;

BENEFICI CONCESSI

La concessione del beneficio economico è subordinato all'adesione ad un progetto di attivazione sociale e lavorativa che coinvolge tutto il nucleo e proposto dal Servizio Sociale. L'ammontare del beneficio varia in base alla composizione del nucleo familiare e potrà andare da un minimo di € 80 (per 1 componente) ad un massimo di € 400 mensili (per 5 o più componenti)

Dall’ammontare del beneficio sono dedotte eventuali somme erogate ai titolari di altre misure di sostegno al reddito: es. Carta acquisti ordinaria, bonus bebè, assegno nucleo familiare (in questo ultimo caso il beneficio sarà ridotto a prescindere dall’effettiva richiesta dell’assegno), ecc..

Il beneficio sarà concesso per un massimo di 12 mesi superati i quali, il sostegno potrà essere nuovamente richiesto trascorsi almeno 6 mesi dall'ultimo beneficio percepito (RES o SIA).

Il RES è incompatibile con il SIA, pertanto chi già sta usufruendo del SIA non può presentare domanda per il RES.

N.B. Sono esclusi dall'accesso i nuclei familiari che siano stati destinatari di provvedimenti di decadenza dalla misura medesima (RES) o dal SIA, ai sensi della vigente normativa in materia di rilascio di dichiarazioni mendaci e uso di atti falsi, nei diciotto mesi antecedenti la presentazione della domanda.

Ulteriori informazioni sul sito dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse