Stop amianto! - Sito Ufficiale del Comune di Massa Lombarda

Vai ai contenuti principali
 
Sei in: Home - Comune - Notizie - Stop amianto!  

Stop amianto!

Il Comune di Massa Lombarda dà il via alla nuova campagna di sensibilizzazione “Stop amianto!”, finalizzata ad accompagnare i cittadini nel corretto e sicuro smaltimento dei materiali in cemento-amianto e a fornire informazioni pratiche.

L'obiettivo, infatti, è ricordare ai cittadini che è possibile rimuovere in sicurezza i materiali in cemento-amianto e smaltirli adeguatamente, senza oneri di smaltimento per quantitativi fino a 250 kg all’anno, che corrispondono a circa 20 mq, seguendo alcune indicazioni di base e rivolgendosi agli organi territoriali competenti come Ausl ed Hera.

L'Ausl procederà a definire, tramite i suoi tecnici, la procedura più idonea fornendo il modello di autodichiarazione o autorizzazione, mentre Hera, contattando il numero verde clienti 800 999500, programmerà il ritiro a domicilio.

Inoltre il Comune di Massa Lombarda, attraverso lo Sportello Ambiente, fornisce ai propri cittadini un servizio di prima consulenza per il disbrigo di pratiche per la bonifica e il recupero di materiali particolari e distribuirà nei prossimi giorni il materiale informativo appositamente predisposto sul territorio.

Per informazioni: Servizio di Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro presso presidio Ausl di Bagnacavallo, tel. 0545 283041 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13); Gruppo Hera, numero verde 800 999500 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 e sabato dalle 8.30 alle 13); Sportello Ambiente presso il Centro Comunicazione Ascolto del Comune di Massa Lombarda (0545 985890).

 

Progetto per lo smaltimento in sicurezza dei materiali contenenti Amianto

amianto-vol

Hai dell’eternit o degli inerti contenenti amianto a casa?

Ricorda che i materiali in cemento - amianto se deteriorati possono essere molto pericolosi per la salute, in quanto rilasciano microscopiche fibre altamente cancerogene e dannose per l’apparato respiratorio.

Con alcuni accorgimenti puoi rimuoverlo in sicurezza e smaltirli in modo corretto senza oneri di smaltimento.

Per quantità fino a 250 kg all’anno è possibile richiedere il ritiro gratuito al tuo domicilio da parte di Hera, chiamando il numero verde 800-999500.

Per quantitativi ingenti è consigliabile rivolgersi ad una ditta specializzata.

 

 

Cos’è l’eternit e quando diventa pericoloso

L’eternit o cemento amianto, è un composto formato da cemento e fibre d’amianto.

L’amianto è una sostanza dannosa per inalazione e quindi la sua presenza può essere pericolosa per la salute.

La presenza di eternit in un edificio di per se non è un pericolo per la salute degli occupanti, fino a quando è in buono stato e non inizia il suo deterioramento. Quando le superfici iniziano a sbriciolarsi e sfaldarsi, diventa necessario rimuoverle, in quanto iniziano a liberare nell’aria le pericolose fibre , invisibili ad occhio nudo, ma molto pericolose per la salute.

Dopo diversi anni dall’installazione, causa l’azione degli agenti atmosferici, gli sbalzi di temperatura, la crescita di vegetali, la continua erosione del vento, le lastre di amianto tendono a sgretolarsi e a liberare le fibre che rimangono sospese molto a lungo e si diffondono nell’ambiente circostante.

Evita di:

  • rimuovere, incapsulare i tuoi materiali contenenti amianto senza le prescritte autorizzazioni e senza i dispositivi di protezione individuale
  • di spazzare le coperture di eternit con scope o altro per eliminare ad esempio foglie cadute
  • danneggiare le lastre con trapani, flessibili, seghetti
  • salire e camminarci sopra

 Cosa puoi fare per eliminarlo

Qualunque privato cittadino che voglia procedere allo smaltimento in modo corretto di eternit, è spesso costretto a rivolgersi a ditte specializzate che richiedono costi molto elevati per la rimozione dei materiali. Questa è una delle cause della permanenza di amianto deteriorato nelle abitazioni o dell’abbandono di rifiuti sulle strade, nei luoghi pubblici o nei cassonetti con i rifiuti domestici.

Puoi invece rimuoverlo in sicurezza seguendo apposite istruzioni e procedere allo smaltimento con il ritiro da parte di Hera.

Prima passa all’Ausl...

Il conferimento dell’eternit deve sempre essere accompagnato dall’autodichiarazione-autorizzazione allo smaltimento compilando il modulo rilasciato dall’Ausl.

Per i residenti del comprensorio lughese ci si deve rivolgere all’Ausl di Bagnacavallo allo 0545-283041 che riceve tutti i martedì dalle 11.00 alle 12.30 presso l’ospedale civile, reparto medicina del lavoro. I tecnici daranno tutte le informazioni necessarie allo smaltimento e la modulistica necessaria.

 Poi procedi allo smaltimento

Dopo aver trattato ed imballato il materiale secondo le norme di sicurezza, e una volta in possesso di autodichiarazione-autorizzazione, puoi procedere con lo smaltimento telefonando al numero verde 800-999500 di Hera che ritira gratuitamente fino a 250kg (circa 20 mq) all’anno.

Per quantitativi indigenti è consigliabile rivolgersi ad una ditta del settore.

 

Attrezzature di protezione e norme di sicurezza

Per evitare rischi alla salute ed effettuare la rimozione in completa sicurezza, devi dotarti dell’attrezzatura di protezione reperibile nei punti vendita fai da te, nelle ferramente e nei supermercati:

  • tuta e copricapo usa e getta in “tyvet” per proteggere gli abiti;
  • mascherina con filtro tipo P3 per proteggere le vie respiratorie;
  • guanti usa e getta per la protezione delle mani;
  • liquido incapsulante, ricoprente e colorante per rendere inerte l’amianto;
  • erogatore di liquido tipo pompa a spalla o spruzzatori per il giardinaggio.

 

Istruzioni per la rimozione

  1. Indossa tutti i dispositivi di sicurezza (tuta, copricapo, mascherina, guanti)
  2. Versa nel contenitore della pompa il liquido incapsulante e colorante
  3. Spruzza più volte il liquido sull’eternit da rimuovere
  4. Procedi alla rimozione facendo attenzione a non romperlo e tagliarlo
  5. Chiudi il materiale trattato con un telo di plastica resistente, sigillalo con nastro adesivo e depositalo su una base rigida tipo pedana di legno
  6. Pulisci a umido le superfici trattate e getta gli stracci con l’amianto
  7. Togli gli indumenti di protezione nella sequenza indicata nelle istruzioni e li metti con l’amianto
  8. Sigilla l’imballo con nastro adesivo e apponi l’etichetta che indica la presenza di rifiuti contenenti amianto

 

Ritiro gratuito da parte di HERA

Se hai quantitativi fino a 250 kg/annui puoi richiedere ad Hera il ritiro gratuito al tuo domicilio.

Per il ritiro devi contattare il numero verde clienti 800 999500 (dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,00 e il sabato dalle 8,30 alle 13,00).

Concorderai con l’operatore le tempistiche e le modalità di stoccaggio dei tuoi materiali contenenti amianto.

Ricorda che per entrambe le modalità di conferimento è necessario il documento acccompagnatorio rilasciato da Ausl!

 

 Per quantitativi superiori ai 250 kg....

Se hai quantitativi superiori ai 250 kg, devi telefonare ad una ditta specializzata per il ritiro e trasporto dell’eternit, con spese a tuo carico.

Ricorda che l’amianto è una sostanza cancerogena e molto dannosa per l’apparato respiratorio e che è di fondamentale importanza rimuoverlo e smaltirlo in sicurezza.

La normativa vigente non prevede limiti ai quantitativi da rimuovere, ma per la salvaguardia della tua salute, ti consigliamo di effettuare la rimozione in proprio per i pezzi di amianto con superficie inferiore a 30/40 mq e con un peso inferiore ai 450 kg. Quando devono essere rimosse quantità molto grandi, o quando le lavorazioni comportano rilevanti rischi infortunistici (es. Lavori a quote elevate) è preferibile chiamare ditte specializzate.

E' molto importante informare i cittadini sul corretto smaltimento di questo pericoloso materiale e cercare di evitare spiacevoli abbandoni di materiali vicino a cassonetti e lungo i cigli delle strade di campagna.

Succede purtroppo spesso che il Comune deve provvedere a far rimuovere al gestore rifiuti queste “discariche” abusive di amianto, che invece di essere abbandonato, a spese di tutta la collettività, può essere smaltito correttamente e gratuitamente.

 

Per qualsiasi ulteriore informazione puoi contattare:

Ausl di Bagnacavallo  (reparto medicina del lavoro):
Tel: 0545-283041 dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,00

Gruppo Hera:
Numero verde da telefono fisso  800 999 500 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 - sabato dalle 8 alle 18
Da telefono cellulare il numero è a pagamento 199 199 500 (costi variabili in base all’operatore e al profilo tariffario scelto dal cliente).

 
pieghevole (1.060kB - PDF)
 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse