CONCESSIONE SPAZIO TORRI - Sito Ufficiale del Comune di Massa Lombarda

Vai ai contenuti principali
 
Percorso: Home - CONCESSIONE SPAZIO TORRI  

CONCESSIONE SPAZIO TORRI

Comune di Massa Lombarda

(Provincia di Ravenna)

Rep. n. ___________

OGGETTO: CONCESSIONE ONEROSA DA PARTE DEL COMUNE DI MASSA LOMBARDA DI SPAZIO, PER L'INSTALLAZIONE SULLA TORRE CIVICA COMUNALE DI APPARECCHIATURE RADIO PER LA DIFFUSIONE DEI SERVIZI DI RETE

Il giorno _______ del mese di _______dell'anno_________, in Massa Lombarda nella Residenza Municipale con la presente scrittura privata, redatta in triplice originale, da valere ad ogni effetto di legge

FRA

- Il Sig. __________ nato a ________________________ il ________ il quale interviene nel presente atto in qualità di____________ del COMUNE DI MASSA LOMBARDA, C.F.________, con sede legale in______, a quanto appresso autorizzato dal Decreto del Sindaco n. ________ , e in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 23 del 01.03.2016 , esecutiva a termini di legge;

E

- il Signor___________________ nato a____________ il__________ il quale interviene nel presente atto in qualità di_____________con sede in _____, ____________ (c.f. _____________), a quanto appresso autorizzato che agisce in virtù della procura Rep. n. per atto del Dott. notaio in domiciliato per la carica presso la sede della società di seguito indicata come “concessionario”;

Premesso che l’Amministrazione comunale intende favorire l'accesso alla rete internet da parte dei cittadini di Massa Lombarda oltre ad operatori e turisti, al fine di assicurare la miglior copertura di un servizio divenuto sempre più rilevante; riconosciuto che ulteriori obiettivi dell’amministrazione comunale possono essere individuati come segue:

- promuovere la cultura digitale e l'accesso ad internet;

- riqualificare e valorizzare il territorio offrendo opportunità e servizi sempre più vicine alle esigenze delle famiglie e dei cittadini;

- venire incontro alle molteplici aspettative dei cittadini per l’attivazione del servizio suddetto;

- mettere a valore il patrimonio pubblico, introitando risorse per il suo utilizzo;

Dato atto che la dimensione limitata e il posizionamento delle apparecchiature non comportano problematiche di decoro urbano;(considerato che l'intervento sarà oggetto di comunicazione preventiva alla Sovrintendenza beni culturali)

Visto pertanto l'esito dell'avviso pubblico (Prot. N. del________) per la installazione apparecchiature radio per la diffusione dei servizi di rete sulla torre civica comunale e la relativa domanda di di assegnazione spazio presentata dalla Ditta___________________________

che il Comune di Massa Lombarda ha manifestato l’interesse alla realizzazione sul territorio comunale di sistemi di comunicazione wi-fi, quali strumenti strategici per l’innovazione e lo sviluppo competitivo;

TUTTO CIO’ PREMESSO,

ART. 1 OGGETTO

Il Comune di Massa Lombarda (nel seguito “il Concedente”), come sopra legalmente rappresentato, in qualità di proprietario, cede in concessione a titolo oneroso, alla Ditta ____________., che accetta, parte del dello spazio sulla torre civica (nel seguito “l’immobile”) per complessivi mq _______ ubicato in Piazza Matteotti ed individuato al Catasto Fabbricati del Comune di Massa Lombarda nel foglio _____particella _________ subalterno _________(____),come risulta dall'allegata planimetria( all. A) per l’installazione di apparecchiature radio, per la diffusione dei servizi di rete tramite apparati radio.

Il Comune concedente come sopra legalmente rappresentato, a tal fine dichiara e garantisce che non sussistono diritti di terzi che in qualsiasi modo posano pregiudicare la piena disponibilità da parte del concessionario;

ART. 2 - Oneri

Il Concedente per l'alimentazione ed il funzionamento dell'impianto consente al conduttore di posare e mantenere all'interno dell'area oggetto della concessione le linee ed i cavi necessari a collegare le apparecchiature con i punti di erogazione dell'energia elettrica o di altri punti di allaccio a linee pubbliche secondo i tracciati concordati con i servizi tecnici comunali, restando inteso che le spese di realizzazione ed alimentazione elettrica saranno interamente a carico del concessionario stesso.

Il Concessionario a propria cura e spese si farà carico di tutti gli interventi ed i lavori civili e tecnologici necessari a realizzare la concessione in oggetto nel rispetto di quanto stabilito dalla SBAAA di Ravenna. Il concessionario potrà accedere all'immobile per la manutenzione degli apparati previo accordi con l'Area Tecnica che si renderà disponibile a garantire l'accesso all'immobile anche attraverso il servizio di reperibilità 24h in funzione, dovrà comunque, in caso di manutenzioni programmabili presentare un piano di interventi annuali con espressa indicazioni degli operatori che potranno accedere all'immobile e di un piano per la sicurezza per le manutenzioni

ART. 3 APPARECCHIATURA

L'apparecchiatura installata dovrà essere di colore marrone o ruggine e dovrà rispondere alle vigenti normative in materia inquinamento elettromagnetico; L'apparecchiatura installata dovrà essere conservata e mantenuta con cura sia per finalità estetiche sia per garantire l'efficacia delle misure di protezione adottate ai fini del contenimento delle emissioni dei campi elettromagnetici. Qualora l'Amministrazione comunale, avvalendosi di ARPA, riscontri livelli di campo superiori ai limiti di legge previsti, ordina al concessionario di di attuare tutte le azioni di risanamento necessarie per l'immediata riconduzione ai limiti e valori stabiliti dalla legge.. Le azioni volte al risanamento delle apparecchiature sono attuate a cura e spese dei titolari degli stessi e sono effettuate nei tempi e con le modalità disposte dal Comune concedente;

La mancata effettuazione è causa di risoluzione ipso iure ai sensi dell'art. 1456 cod.civ. (clausola risolutiva espressa).

ART. 4 - DURATA

La concessione onerosa avrà la durata di anni 3 con decorrenza dalla sottoscrizione ed è rinnovabile per una volta con atti espressi delle parti.

ART. 5– CANONE

Il corrispettivo è costituito:

a) da una quota fissa pari oltre ad I.V.A. di Legge pari ad € _______ (indicare l'importo offerto in sede di gara), da versare in unico versamento annuo anticipato. Per il 2016 dovrà essere versato entro la sottoscrizione del contratto, per gli anni successivi entro il 31/12 dell'anno precedente.

La ditta si è impegnata inoltre a cablare gratuitamente tre siti Comunali indicati dall'Amministrazione (da inserire solo se l'aggiudicatario ha inserito tale opzione in sede di gara).

In caso di mancato pagamento del canone entro un mese dal termine stabilito saranno applicati gli interessi legali e si darà corso alla risoluzione di diritto della convenzione, salva l'azione legale per il recupero delle somme non corrisposte.

ART. 6 - RESPONSABILITA’

Il concessionario sarà direttamente responsabile verso il Comune dei danni causati ai beni oggetto del comodato e di quelli causati verso terzi.

A tal fine si impegna a mantenere polizza assicurativa presso compagnia assicuratrice di primaria importanza e per un congruo massimale per responsabilità civile, e ad esibire e consegnare copia della polizza al Comune. La polizza dovrà prevedere l’obbligo a carico della Compagnia di risarcimento diretto del Comune o del terzo danneggiato ai sensi dell’articolo 1917 del Codice Civile.

Il beneficiario affidatario dei locali dovrà:

- impegnarsi ad attivare le apparecchiature in oggetto entro il 31/01/2017

- sottoscrivere, entro il 30/06/2016, il contratto di concessione d'uso;

Entro la stessa data il beneficiario potrà inviare eventuale richiesta, debitamente motivata, di proroga dei termini di inizio attività, per un periodo non superiore a due mesi.

ARTICOLO 7 - CONTROLLI

L'Amministrazione Comunale potrà verificare, attraverso controlli, lo stato di attuazione dell'attività per la quale è stato concesso lo spazio.

In caso di accertate gravi inadempienze, ovvero di utilizzazione dello spazio in modo non conforme alle finalità sottese all'affidamento dello spazio, si procederà all’applicazione delle disposizioni di cui al successivo articolo 12.

ARTICOLO 8 – RESTITUZIONE DELLO SPAZIO E PENALE

La disponibilità dell’immobile sarà revocata nei seguenti casi:

- per il mancato rispetto dei termini e delle condizioni previsti nell’articolo 6;

- parziale o difforme realizzazione del progetto;

- avere reso dichiarazioni mendaci ai fini dell’ottenimento dell'affidamento dello spazio.

In caso di revoca sarà applicata una penale pari a tre mensilità del canone di concessione (importo annuale/4).

Sarà, inoltre, disposta la revoca dell'affidamento nei seguenti casi:

concessione dello spazio ad altri operatori senza la preventiva autorizzazione

realizzazione dell'attrezzatura in modalità difformi dal progetto autorizzato

mancato rispetto delle disposizioni previste per l'attività

ART.9- RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

Il presente contratto potrà risolversi anticipatamente, rispetto alla scadenza prevista, per mutuo consenso delle parti.

ART. 10 - SUBCONCESSIONE

La sublocazione e la cessione del contratto sono vietate, salvo espressa autorizzazione del Comune di Massa Lombarda.

ART.11SPESE CONTRATTUALI

Le spese contrattuali sono a carico del Concessionario.

ART. 12 OPZIONE AI SENSI DELL’ARTICOLO 10 COMMA 8 E 8 TER D.P.R. 633/1972

Ai sensi dell’articolo 10 commi 8 e 8 ter del DPR 633/1972 il Comune di Massa Lombarda opta per l’applicazione dell’imposta sul valore ad aliquota ordinaria sui canoni e compensi di cui al presente contratto.

Letto, approvato e sottoscritto

Il Comune di Massa Lombarda

F.to___

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna

F.to _____

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse