La Chiesa Arcipretale della Conversione di San Paolo - Sito Ufficiale del Comune di Massa Lombarda

Vai ai contenuti principali
 
Percorso: Home - Città e territorio - Arte e Cultura - Chiese ed Edifi... - La Chiesa Arcipretale della Conversione di San Paolo  

La Chiesa Arcipretale della Conversione di San Paolo

 

chiesas-paolo_1177331611_1287055614.jpg

E’ la chiesa più importante della città.
Bell’esempio di architettura romanica, di severo stile basilicale, a tre navate, fu costruita dall'anno 1537 al 1577 sulle rovine di una più antica, orientata in altro senso.
Si crede sia stata eretta su disegno di Bartolomeo Bramantino, architetto milanese. Fu consacrata il 10 novembre 1577.
La Chiesa - ristrutturata nel 1932 dall'Arch. GianLuigi Poggili - è fiancheggiata dalla torre campanaria a pianta quadrata alta m 38. Le quattro campane ospitate all’interno del campanile furono fuse nel 1842, tre di esse furono requisite durante il periodo bellico e rifuse poi negli anni 1945/55.
Un episodio curioso legato alla sua storia, riportato dagli storici locali e ancora pieno di risvolti misteriosi, risale ai lavori di ristrutturazione iniziati nell’agosto del 1835.
La mattina del 29 agosto 1835 gli scavi effettuati sotto l’area dell’altare maggiore riportarono alla luce i resti di una sepoltura. La presenza di spugne, indizio di un processo di imbalsamazione,  i resti di fini tessuti e di una cinta militare, il luogo e la tradizione indussero a riconoscere in quelle ossa niente meno che  il Marchese Francesco d’Este, che aveva espresso effettivamente la volontà di essere sepolto nella chiesa di S.Paolo. Rimane l’interrogativo del perché i massesi lasciarono cadere in tanto oblio la memoria del loro Signore.

CHIESA-SAN-PAOLO
 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse